Ciro Grillo, il procuratore: «Accelerazione alle indagini». Sequestrati gli smartphone di tutti gli indagati

lettura 1 minuto

Proseguono le indagini che vedono Ciro Grillo, 19 anni, figlio di Beppe Grillo, indagato insieme a tre amici per una presunta violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazza milanese avvenuta lo scorso luglio dopo una serata in discoteca a Porto Cervo.

«Vogliamo arrivare il prima possibile alle conclusioni», ha detto all’agenzia Ansa Gregorio Capasso, capo Procura a Tempio Pausania. «L’inchiesta è secretata, posso solo affermare che daremo una forte accelerazione alle indagini per arrivare il prima possibile alle conclusioni, nel rispetto e a tutela della presunta vittima e degli indagati».

Intanto è stato reso noto che in un blitz dello scorso 29 agosto, un gruppo dei carabinieri di Tempio Pausania hanno sequestrato il cellulare del figlio del comico genovese mentre questo si trovava in vacanza in Versilia. Perquisizioni e sequestri sono stati inoltre disposti anche nei confronti degli altri tre indagati, Vittorio Lauria, Francesco Corsiglia e Edoardo Capitta. Su tutti i dispositivi ora stanno venendo effettuate consulenze tecniche alla ricerca di video, foto e messaggi che possano essere utili a capire se lo stupro sia effettivamente avvenuto o meno. I legali di tutti gli indagati continuano a sostenere la totale innocenza dei propri assistiti.

Lascia un commento

Default thumbnail
Post precedente

Ecco il piano di Savona per l'Italia: "Bond come accade in guerra"

Default thumbnail
Post successivo

OBAMAGATE, il Sistema Globale sta per essere distrutto

Ultime dal Blog